frammenti di storia di una scuola

febbraio 26, 2008

Salviamo i Parchi Lombardi

Filed under: Attualità — izzos @ 6:19 am
Tags: , , , ,
scanparchi.jpgSu segnalazione dell’amico Lele Rozza partecipo anche io alla campagna (in)Catena(ti) per i parchi lombardi lanciata da Marcello Saponaro e Pippo Civati.

1) un’invocazione, “Basta al grigio Cemento……. lasciateci il verde dei prati”

2) il tagsalva+parchi” (per chi li può inserire)

3) un link, quello alla petizione già lanciata dall’Associazione per il Parco Sud di Milano che già conta 3736 adesioni. Molte ma dovranno essere moltissime

4) e poi, infine, tutti gli anelli precedenti della catena: Pippo Civati, Marcello Saponaro, Lele Rozza, Gialdi Marco, …

Sperando che questo piccolo contributo possa aiutare a limitare i danni.

febbraio 24, 2008

CELLOPHANE…… per non dimenticare.

Filed under: Eventi,Ricordi — izzos @ 12:10 pm
Tags: , , ,

Venerdì sera, appesantito da una giornata di lavoro, di quelle che prosciugano, sono andato al circolo arci “la scighera” per lo spettacolo in memoria di Luca Rossi.

Molto ben riuscito, mi è piaciuto molto. Sono riusciti a concentrare in poco più di un’ora i momenti salienti degli anni ottanta pemettendo a noi spettatori di ricordare e in alcuni casi di rivivere situazioni legate in un modo o nell’altro ad avvenimenti storici, facendo correre la mente a quegli anni in cui tutto era diverso.

Commosso dal taglio che il regista Enzo Biscardi ha dato allo spettacolo, dal modo in cui ha deciso di ricordare una vicenda che ha condizionato la vita di molte persone, riuscendo ad evidenziare i paradossi e le contraddizioni che ancora oggi velano i fatti.

Ottimo lavoro, felice di aver assistito ad un opera amatoriale ma portata avanti con il Cuore e l’Anima.

Grazie a tutti.

P.S.: Complimenti per il ciclostile!😉

febbraio 20, 2008

Luca Rossi

Filed under: Eventi — izzos @ 6:35 am

Ricevo e volentieri pubblico la segnalazione di Roberto Venturin.

Su richiesta della famiglia Rossi giriamo volentieri i volantini di un’iniziativa dell’associazione gli amici e i compagni di Luca Rossi che si svolgerà il 22 e 23 Febbraio 2008.

    gennaio 17, 2008

    Bentornati…………

    Filed under: Idee e Progetti — izzos @ 7:06 am
    Tags: ,

    Ciao a tutti,

    spero che le vacanze (per chi le ha fatte!!!) siano passate nel migliore dei modi, mi scuso con tutti voi per la mia assenza ma esigenze di lavoro mi hanno costretto a passare qualche giorno fuori ufficio, con conseguente sovraffollamento di carte ed affini al mio rientro.

    Bhe!!!! Poco male, l’importante che lo spirito di tutti noi non vada perso…… per questo vi esorto a proporre qualche data per un primo incontro, informale…… Un incontro per iniziare a conoscerci di persona e a scambiare idee e progetti per il futuro. Mi piacerebbe che l’iniziativa nata un anno fà, che ha prodotto quel fantastico evento di dicembre possa produrre altri risultati simili.

    Questo blog continua a crescere, segnale indiscutibile che c’è da parte di ognuno di noi la volontà di fare sistema, di costruire di crescere condividendo esperienze e competenze.

    Cosa ne pensate di incontrarci a Bollate (location da definire) a metà febbraio?

    A presto.

    dicembre 24, 2007

    Ri…Okkupiamo l’Izzos

    Filed under: Idee e Progetti — izzos @ 8:22 am
    Tags: , ,

    Il testo di seguito mi è stato inviato da Joseph Rossetto che ha frequentato l’IZZOS nel periodo ’82-’87 (Linguistico), mi permetto di pubblicarlo con la speranza che possa nascere qualcosa di concreto…….

    tra i messaggi letti e le conversazioni avute successivamente
    all’incontro dell’Izzos ho sentito parlare di ‘sogno’.
    io, se devo ritornare a sognare, in concreto per la prossima volta ho
    una proposta che butto lì:
    1. l’occupazione della scuola per 2/3 giorni, o una settimana, o un
    anno, o per sempre…
    2. si organizzano: seminari /  attività / incontri / concerti /
    dibattiti / proiezioni di film, documentari / confronti / tornei di
    nuoto, pallavolo / e chi più ne ha e meglio è…
    3. per fare tutto questo si coinvolgono: ex e attuali studenti, ex e
    attuali docenti, ex e attuali genitori, ex e attuali bidelli, ex e
    attuali boh…

    nel concreto, in quei giorni organizzerei ciò di cui al punto 2,
    cercando di toccare temi che possano interessare le aree di specifico
    degli attuali corsi di studio.
    e poi, a parte le iniziative serie legate alla sperimentazione,
    rivolgendosi soprattutto agli studenti attuali, nell’elenco che stilo
    così, a caldo, possiamo trovare (tra parentesi gli indirizzi
    eventualmente interessabili):

    1. L’ecologia può diventare materia obbligatoria? E se no, ci inventiamo
    una nuova materia e la chiamiamo Ecolonomia? (economico, biologico e
    altri sognatori)
    2. Palco-oscenico: ovvero il teatro inguardabile dell’oggi (linguistico,
    sociale)
    3. Alimentare, Watson! indagine sulla sofisticazione alimentare con
    sorpresa finale (chimico, biologico e passanti curiosi)
    4. il giro del fumo e altri arrosti. Come la droga, leggera e pesante,
    circola intorno a noi, e continua a spennare e cucinare polli. (sociale,
    economico e intossicati vari)
    5. Mediamente occupati: come organizzare la campagna stampa di
    un’occupazione, o di una disoccupazione (grafico, linguistico e
    precariato indistinto)
    6. Un dolce, lento e piano regolatore: la pianificazione e progettazione
    del territorio a misura di chi cammina (edile, economico, sociale)
    7. mi mancano idee allegre e convincenti per gli indirizzi a carattere
    più marcatamente ‘tecnologico’ (elettronico, liceo scientifico
    tecnologico), ma quelli, detto tra noi, che cazzo ci hanno mai centrato
    con la sperimentazione? Al massimo gli dai in mano un parallelepipedo
    nero e cominciano a darsi delle arie, a parlare un’altra lingua, e poi a
    darsi in testa delle mazzate che non te lo dico, e poi tutto sto casino
    lo chiamano progresso…
    Vabbè, ho capito, vi siete offesi. Ok, per stavolta vi facciamo
    collegare i computer in rete e facciamo che ci fate l’applicativo
    fontend dell’occupazione in flashXmlstrugJavstoinkclassammorìammazzate e
    poi lo sincronizzate via webcam in modalità debug con un crontab del
    backoffice attraverso la superscazzola del Dibì
    relazionalefrreweweflxzxp9o2qk….,acmsdsd.fsd……sigh……..fxz……..n…….???
    Il tutto con un open source, ovviamente.

    per tutte queste cose:
    volete che non si trovi per esempio un giocoliere che venga a tenere un
    seminario su come far girare le palle?
    o un bravo e volenteroso insegnante di ginnastica che organizzi un
    qualsivoglia torneo?
    o un ex informatico che faccia l’applicativo di cui sopra? Oppure, data
    la multidisciplinarietà a cui gli studenti Izzos sono stati abituati,
    che parli, chessò, magari dell’ecologia?

    sì, sì, secondo me gente così la si può trovare, ne sono sicuro.

    beh, cari Izzosiani, io  la proposta la butto lì, però non prendetemi
    troppo sul faceto, perchè potremmo perdere un’occasione, e nel contempo
    state attenti a prendermi troppo sul serio, perchè stavolta il carcere a
    Bollate sì che l’hanno costruito….

    un saluto e un abbraccio
    joseph rossetto

    dicembre 23, 2007

    LAAdI

    Filed under: Idee e Progetti — izzos @ 5:42 pm
    Tags: , , ,

    2120290024_0125005e74.jpgSono davvero stupefatto, non pensavo che aprire un blog potesse provocare una tale reazione da parte di docenti, non docenti e stundenti (sia ex che non). Sono felicissimo di essermi fatto promotore si questa iniziativa sul web, e ancora di più che la cosa stia funzionando.

    Invito tutti coloro che hanno lasciato il proprio commmento a contattarmi via mail, mi piacerebbe potervi inserire come autori e collabboratori di questo blog, così che possiate scrivere oltre che commenti anche post. Questo blog da auqnado è stato aperto, 10 giorni fà, ha già avuto circa 300 visite. Questo è sintomo che c’è voglia di fare, di comunicare e di condividere. Mi piacerebbe molto che questo blog possa diventare il punto di riferimento per tutte le persone che hanno avuto un esperienza izzosiana e che vogliano condividerla.

    ——–

     Si potrebbe iniziare a pensare ad un primo incontro, magari tra pochi intimi, a gennaio per iniziare a panificare e strutturare i progetti a cui accennava Mauro Mattioli nel commento inserito da Roberto Venturin. A me piace molto l’idea di poter portare e condividere la mia esperienza da ex-studente nel mondo del lavoro. Trasmettere agli attuali studenti quelle che sono le mie impressioni da imprenditore in merito all’attuale situazione del mercato. Aiutarli a fare al scelta giusta, sempre con il supporto dei docenti che sono chiaramente la base della loro formazione. Aprire, se possibile, un dibattito con loro e confrontarmi con le loro idee con la loro esperienza di studenti del nuovo millennio.

    Dal mio punto di visto ci sono tantissime idee che meritano di essere approfondite, analizzate e perchè no………. realizzate. Il blog è sicuramente un primo passo verso la realizzazione di queste.

    Auguro a tutti coloro hanno collaborato e sotenuto quesot Blog un FELICE E SERENO NATALE.

    A presto.

    dicembre 17, 2007

    MAI DIRE SKUOLA!!!

    Filed under: Ricordi — izzos @ 9:23 pm
    Tags: , , , ,

    gialappas.jpgMi ricordo quando impazzava la saga del Mai Dire TV…. Quello della Gialappa’s Band, vi ricordate? Bhe!!! Insomma a qualcuno di noi venne in mente di rivisitare quel format e di renderlo un po’ più consono alla scuola, realizzando il “Mai Dire Skuola”. Si insomma un modo per prendere in giro i professori… Ognuno di noi iniziò a collezionare una serie di errori, strafalcioni e gaffe che i Prof. facevano durante le spiegazioni. Sia chiaro, non di quelle che ti capitano una volta nella vita, per colpa dell’emozione, dell’enfasi che ci si mette in un discorso…… No… Erano piuttosto dei modi di esprimersi, dei modi di dire che caratterizzavano ogni professore. Insomma, una volta collezionato un numero sufficiente di cazzate, venne appeso un cartellone sulla bacheca del BAR, in bella vista. Con l’indicazione dell’autore, così che studenti, docenti e non, potessero vedere, leggere e ridere. La cosa fu presa con lo spirito giusto da tutti, tanto che il cartellone rimase al suo posto per parecchio tempo. Questo per sottolineare ancora una volta che all’IZZOS c’era e c’è sempre stata libertà di espressione per tutti.

    Non mi viene in mente nessun esempio da riproporre, ma proverò a cercare tra appunti, agende e altro qualcosa che possa farci sorridere nuovamente.

    dicembre 16, 2007

    TI AMO FERNANDA…………..

    Filed under: Ricordi — izzos @ 11:18 am
    Tags: , , ,

    Leggendo le testimonianze sul libro “IZZOS – frammenti di storia di una scuola” mi ha colpito il fatto che più di uno facesse riferimento a questa scritta, comparsa sui muri esterni della scuola. Ho memoria di tale graffito, ma onestamente non avevo mai fatto pensieri così profondi in merito. Sono sempre stato convinto che l’autore fosse uno studente infatuato di una certa Fernanda e che, come se volesse gridare al mondo il suo amore, avesse deciso di lasciare un segno indelebile (…. anche se tanto indelebile non lo era). Leggo invece che dietro a quelle 3 parole c’è o c’era una storia un pò più articolata………. Sono incuriosito, qualcuno di voi ha nostizie? Chi era questa Fernanda?

    dicembre 15, 2007

    Perchè un blog?

    Filed under: Senza Categoria — izzos @ 7:38 pm
    Tags: , ,

    2054883048_402b4851e4.jpgSull’onda dell’entusiasmo che la festa del trentennale mi ha lasciato, ho deciso di aprire un blog perchè aver rivisto gli ex-compagni e professori, aver visto le foto e soprattutto dopo aver letto le testimonianze di qunati hanno contribuito alla realizzazione del libro, mi sono affiorati tanti…… tantissimo ricordi, e mi è venuta voglia di scriverli e di condividerli. Magari anche ad altri è venuta la stessa voglia, e allora forza contribuiamo tutti a rendere i ricordi sbiaditi una fotografia nitida…………

    Buon lavoro.

     P.S.: I migliri complimenti a Roberto Venturin e quanti hanno collaborato alla riuscita di un evento che a mio giudizio lascerà il segno.

    Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

    Iscriviti

    Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.